inconscio Archivi | IWAY - Antonio Origgi

PERCHE’ INTEGRAZIONE PERSONALE

By | Blog | No Comments
Integrazione

Antonio Origgi corso IWAY

Integrazione è una parola chiave sia per chi desidera raggiungere una propria pace interiore, sia per chi desidera raggiungere il successo in qualche campo della vita e sia per chi sente la spinta verso la ricerca spirituale.

Perché è così importante la parola “integrazione”? Cercando sul vocabolario troviamo questi significati:

  1. Completamento di qualcosa attraverso l’aggiunta di ciò che è mancante, necessario o serve a migliorare
  2. Unificazione, stretta collaborazione tra soggetti diversi
  3. assimilazione, inserimento di individui o gruppi in un ambiente sociale, in una comunità
  4. Adeguamento ai modelli socioculturali predominanti spec. da parte di chi prima li abbia criticati, contestati
  5. Operazione con cui si determina l’integrale di una funzione data

Tralasciando l’ultima definizione che ha a che fare con la matematica e la 3° e 4° che si riferiscono al concetto sociale di integrazione, a noi interessano le prime due definizioni: integrazione è una stretta collaborazione tra soggetti diversi e il completamento di qualcosa attraverso l’aggiunta di ciò che è mancante e serve a migliorare. Read More

IL PRIMO GRANDE PASSO (IN UN SOLO GIORNO)

By | Blog | No Comments
Primo passo

Primo passo

Forse qualcuno non ha ancora avuto modo di sperimentarlo, forse qualcuno dà ancora la colpa a ciò che gli accade di spiacevole a un supposto inconscio o a qualcosa di esterno a lui, ma così non è. Tutta la nostra realtà è governata da un soggetto pensante che è parte di noi, dalla nostra coscienza emozionale che nei miei libri ho chiamato Sé istintivo.

È lui che determina il nostro stato emotivo, più o meno evidente e di cui siamo più o meno consci, e tramite quello attrae nella nostra vita persone e situazioni che hanno a che fare con tutto ciò che ancora non è stato risolto nel rapporto tra pancia e testa. Read More

Crea un nuovo Rinascimento

By | Blog | 6 Comments
Antonio Origgi

Risorgimento

Sono presente su Facebook con un profilo personale e una pagina perché considero i social uno strumento molto importante per far conoscere e promuovere il proprio pensiero. A dire la verità non mi soffermo molto su FB, ci entro un paio di volte al giorno giusto per scrivere un post e rispondere ai messaggi e ai commenti, nulla di più. Ciononostante quando entro nella home, vedo diversi post pubblicati da “amici” e, nonostante abbia fatto una certa selezione, mi capita ancora troppo spesso di vedere messaggi negativi di odio, di critica, di giudizio,  che provengono dalla pancia di chi scrive.

Ci sarebbe tanto da dire anche sui post di rabbia legati al mondo dello sport, dello spettacolo e così via, ma in questo articolo vorrei prendere in considerazione l’aspetto della politica. Già in altre occasioni ho espresso ciò che penso, ma data l’attuale situazione politica italiana, considerato che siamo, forse, alla vigilia di un nuovo governo (sto scrivendo il giorno dopo le consultazioni in cui M5S e Lega hanno comunicato al Presidente della Repubblica il nome individuato per il Premier) che parrebbe rivoluzionare il sistema che ha regolato finora il rapporto tra politica e cittadini, mi sembra giusto affrontare questo delicato tema. Read More

La frase magica per vincere la paura

By | Blog | 8 Comments
Antonio Origgi: Vincere la paura

Antonio Origgi: Vincere la paura

La scorsa settimana ho pubblicato su Facebook questa domanda: C’è differenza tra imparare a nuotare e superare la paura dell’abbandono, a sessant’anni?

Qual è la differenza tra le due paure? È una differenza pratica che rende più facile il superare la paura di nuotare, ma in entrambi i casi si tratta di convinzioni profonde del Sé istintivo e in entrambi i casi l’Io ha la possibilità di rieducarlo e di fargli superare i suoi blocchi emotivi.

Vi racconto una storia. Sono nato in casa. A quel tempo le nascite in casa erano ancora frequenti e durante il parto ho rischiato di morire. Read More

Liberazione e Riscatto del Sè Istintivo

By | Blog | 5 Comments

Seminario Milano 2015Perché liberazione e riscatto del Sé istintivo? E chi è il Sé istintivo?

Il perché è molto semplice: fino a che il nostro “Inconscio” , quello che poi chiameremo correttamente Sé istintivo, sarà tenuto legato, imbavagliato, gli sarà impedito di giocare, urlare, piangere, amare e dire NO quando è necessario, la nostra vita sarà sempre legata e imbavagliata e non potremo esprimere tutta la bellezza ed il potere che è dentro ciascuno di noi. È sufficiente come perché?

Se non basta aggiungiamoci che se non lo facciamo continueremo (per chi vive queste situazioni) ad essere soffocati dal senso del dovere, dai sensi di colpa, dal giudizio critico, dalla difficoltà di permetterci piacere e amore e così via. Read More

Chi ha paura della morte?

By | Blog | 10 Comments

KaliAlcuni giorni fa ho pubblicato un post su Facebook che ha generato non pochi commenti e data l’importanza del tema trattato mi è sembrato opportuno approfondire l’argomento. Ecco il post così come l’ho pubblicato:

Una cara amica, ancora giovane, si sta preparando per lasciare il corpo con grande dignità e pace interiore. E’ davvero ammirabile la serenità che leggo nei suoi occhi.

Comprendo il dolore delle persone che le sono vicine Read More

Come accettarsi e amarsi

By | Blog | 7 Comments

IWAY di Antonio OriggiAccettarsi e amarsi sono alla base del nostro benessere. Ce lo dicono in tanti, maestri, istruttori, formatori. Se non ci accettiamo e non ci amiamo, non potremo essere accettati e amati neppure dagli altri.

Tutto vero, tutto molto vero, ma come si fa ad amarsi ed accettarsi quando non siamo felici, quando non ci piacciamo, quando ci sentiamo in colpa, quando non riusciamo a trovare l’amore, quando siamo soli, quando non siamo capaci a esprimere ciò che proviamo, quando dobbiamo sempre mandar giù rospi e così via? Come facciamo?

Ciò che non tutti i maestri ci dicono è che chi deve accertarsi e amarsi è il Sé istintivo. Nessuno ne parla, tutti danno tutto per scontato, eppure il cambiamento non arriva mai. Perchè? Read More

PERCHE’ IWAY

By | Blog | No Comments

_UGO0343Ho creato il metodo IWAY prima di tutto per me stesso. Ho cercato tanto, ho seguito decine di corsi, seminari, e frequentato la Jolla University, una delle università più prestigiose nel campo della psicologia, ma nonostante l’onore di avere studiato con alcuni tra i più grandi formatori e psicoterapeuti contemporanei non avevo ottenuto i cambiamenti che tanto desideravo.

Fu l’incontro con la kinesiologia applicata ad illuminarmi la strada. I contatti crociati, descritti nel mio libro Le 3 Menti Inconsce, mi aprirono alla possibilità di un contatto facile e diretto con l’inconscio. Ma la tecnica, da sola, non fu sufficiente.

Ciò che cambiò radicalmente la mia vita fu l’intuizione di una cosa che è alla portata di tutti, sotto gli occhi di tutti, ma che nessuno aveva ancora espresso e spiegato così chiaramente: Read More

Perché tante tecniche per cambiare le credenze?

By | Blog | No Comments

Foto okMai come in questo periodo sono nate tante tecniche per la crescita personale. È vero? Ce ne sono centinaia, di tutti i tipi e per tutte le tasche, ma mi piacerebbe fare una riflessione proprio su questo argomento: Perché così tante tecniche? Ve lo siete mai domandato?

Facciamo un passo indietro. Forse vi ricordate il boom del pensiero positivo. Il pensiero positivo nasce ai primi del 900 con lo studioso Napoleon Hill, forse il precursore di quella corrente che va sotto il nome di successo personale. Ma il boom del pensiero positivo arriva negli anni 70 e, forse, raggiunge il suo culmine negli anni 80 con i libri di Luise Hay. Tutti ne parlavano, si sono scritti centinaia di libri, forse migliaia, in tutto il mondo, sono nati corsi su corsi e poi, piano piano, il boom si è esaurito. Si, se ne parla ancora, ci sono ancora libri che trattano l’argomento, ma non come prima. Alcuni tengono ancora seminari sul pensiero positivo e se lo fanno è perché in alcuni casi funziona. Ma non sempre, e il boom degli anni 80 si è letteralmente sgonfiato. Perché? Read More